L’Analisi ISTAT dei Dati sull’Equità di Genere Giornata Internazionale della Donna 2024

L’Analisi ISTAT dei Dati sull’Equità di Genere Giornata Internazionale della Donna 2024. In occasione della Giornata Internazionale della Donna 2024, l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) ha pubblicato – tra gli altri contenuti – un’infografica che analizza 32 indicatori disaggregati per genere e fasce d’età. Questo report evidenzia le disparità di genere in vari aspetti e fasi della vita.

Bambine e Bambini (0-10 anni)

Speranza di Vita alla Nascita

  • Femmine: 84,8 anni
  • Maschi: 80,6 anni

L’indicatore mostra una differenza significativa nella speranza di vita tra i generi già in tenera età: le donne infatti vivono mediamente più a lungo rispetto agli uomini.

Utilizzo di Internet e Attività Sociali

Utilizzo di Internet tutti i giorni (6-10 anni)

  • Femmine: 41,3%
  • Maschi: 47,6%

Incontro con gli amici più di una volta a settimana (6-10 anni)

  • Femmine: 27,7%
  • Maschi: 33,1%

Anche se la maggior parte dei bambini usa Internet quotidianamente, i maschi tendono a utilizzarlo leggermente più delle femmine. Inoltre, i maschi hanno una frequenza di incontri con gli amici leggermente superiore rispetto alle femmine.

Pratica Sportiva

Praticano sport in modo continuativo (6-10 anni)

  • Femmine: 53,0%
  • Maschi: 62,7%

I maschi mostrano una maggiore propensione alla pratica sportiva rispetto alle femmine durante l’infanzia.

Ragazze e Ragazzi (11-17 anni)

Salute Mentale e Benessere

Indice di Salute Mentale (SF36) (14-19 anni)

  • Femmine: 69,8
  • Maschi: 75,4

I risultati indicano un indice leggermente inferiore di salute mentale tra le femmine rispetto ai maschi, il cui punteggio più alto che indica migliori condizioni di benessere psicologico.

Esperienze di Vita Sociale ed Emotiva

Gran parte delle persone sono degne di fiducia (14-17 anni)

  • Femmine: 23,2%
  • Maschi: 25,7%

Subiscono atti di bullismo almeno qualche volta l’anno

  • Femmine: 55,6%
  • Maschi: 49,9%

Elevata soddisfazione per la vita (14-17 anni)

  • Femmine: 59,1%
  • Maschi: 60,9%

Le ragazze sono leggermente più soggette a subire atti di bullismo rispetto ai ragazzi, ma entrambi i generi mostrano un alto livello di soddisfazione per la vita durante l’adolescenza.

Adulti (18-34 anni)

Partecipazione all’Istruzione e al Lavoro

Laurea nelle aree disciplinari scientifiche e tecnologiche (STEM) (25-34 anni)

  • Femmine: 17,6%
  • Maschi: 33,7%

C’è una disparità significativa nel conseguimento di lauree nelle discipline STEM, con una percentuale molto più bassa di donne rispetto agli uomini.

Laureati e altri titoli terziari (30-34 anni)

  • Femmine: 33,8%
  • Maschi: 21,0%

Le donne superano gli uomini nel conseguimento di lauree e altri titoli terziari, indicando un maggiore impegno nell’istruzione superiore.

Tasso di occupazione (25-34 anni)

  • Femmine: 57,0%
  • Maschi: 74,9%

Anche se la partecipazione delle donne al lavoro è significativamente inferiore rispetto agli uomini, vi è un aumento della partecipazione femminile rispetto al passato, sebbene rimanga ancora al di sotto di quella maschile.

Elevata soddisfazione per la vita (25-34 anni)

  • Femmine: 45,7%
  • Maschi: 44,5%

Nonostante le sfide nell’accesso all’istruzione e al lavoro, le donne e gli uomini mostrano livelli simili di soddisfazione per la vita.

Adulti (35-54 anni)

Occupazione e Benessere Familiare

Occupate e occupati sovraqualificati (35-44 anni)

  • Femmine: 32,6%
  • Maschi: 28,3%

Le donne tendono ad essere più soggette a lavori per i quali sono sovraqualificate rispetto agli uomini nella stessa fascia d’età.

Part-time involontario (35-44 anni)

  • Femmine: 15,6%
    Maschi: 5,3%

Le donne sono più soggette al lavoro part-time involontario rispetto agli uomini, cosa che suggerisce una maggiore precarietà nell’occupazione femminile.

Nuclei familiari monogenitoriali

  • Femmine: 1 milione
  • Maschi: 171 mila

Le donne sono significativamente più rappresentate nei nuclei monogenitore rispetto agli uomini, indicando una maggiore responsabilità nella cura dei figli.

Elevata soddisfazione per la vita (35-44 anni)

  • Femmine: 50,6%
  • Maschi: 50,4%

Nonostante le maggiori sfide lavorative e familiari che devono affrontare le donne, in questa fase i loro livelli di soddisfazione per la vita restano simili a quelli degli uomini.

Foto di Jill Wellington da Pixabay

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.