Lavorare meno, lavorare meglio? Il 7° Rapporto Censis sul welfare aziendale

Lavorare meno, lavorare meglio? Sembra che l’idea di lavorare meno stia guadagnando terreno in Italia, rivelando un nuovo paradosso nel mercato del lavoro del Paese. Secondo il 7° Rapporto Censis-Eudaimon sul welfare aziendale, il 67,7% degli occupati italiani ha indicato il desiderio di ridurre il tempo dedicato al lavoro. Questa aspirazione è diffusa in tutte le fasce d’età, con percentuali significative tra giovani, adulti e anziani.

Attualmente, il 30,5% degli occupati ha dichiarato di impegnarsi solo nel lavoro necessario, evitando straordinari e attività extra orario. Questo atteggiamento riflette un cambiamento nella percezione del lavoro, con il 52,1% degli occupati che ritiene che il lavoro influenzi meno la vita privata rispetto al passato, privilegiando attività e valori personali.

Tuttavia, ci sono sfide significative legate alla conciliazione tra lavoro e famiglia, soprattutto per le donne. Il tasso di occupazione delle donne con figli è notevolmente inferiore rispetto agli uomini con figli, evidenziando un divario di genere persistente. Le difficoltà nella conciliazione lavoro-famiglia portano molte madri a dimettersi, con il 41,7% che cita la mancanza di servizi di cura come motivo principale.

Sebbene le aziende sembrino prestare attenzione alle esigenze specifiche dei dipendenti, come i genitori o coloro con salute fragile, c’è una carenza di attenzione al benessere generale dei lavoratori, come sottolineato dal 61,7% degli occupati.

Nonostante ciò, il mercato del lavoro italiano sta registrando un aumento dell’occupazione stabile e una diminuzione dei contratti a termine. Inoltre, non si osserva una fuga dal lavoro, ma piuttosto una tendenza verso opportunità lavorative migliori.

Il welfare aziendale emerge come un fattore cruciale per il benessere dei lavoratori. La maggior parte degli occupati è a conoscenza di cosa sia il welfare aziendale e desidererebbe vederlo potenziato o introdotto nelle proprie aziende.

Foto di PixelCatDesign da Pixabay

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.