Minacce cyber: netto aumento nel mondo rispetto allo scorso anno

Novembre 28, 2022by Alessandra Schofield

Lo scorso 22 novembre Trend Micro ha pubblicato il report Cyber Risk Index CRI, che raccoglie i dati del primo semestre 2022 sulla compromissione dei dati subita dalle aziende.

L’indagine ha coinvolto 4.100 realtà in Nord America, Europa, Sud America e area Asia-Pacifico.

Il CRI calcola il divario tra le difese cyber dell’azienda e la possibilità di subire un attacco. I numeri indicano che il livello di rischio è decisamente aumentato negli ultimi sei mesi, a livello globale: si passa infatti dal -0,04 nella seconda metà del 2021 al -0,15 nella prima metà del 2022.

Il numero di organizzazioni sottoposte ad un attacco informatico “riuscito” è aumentato del 6% (dall’84% al 90%); in aumento anche le previsioni sul numero di aziende che potrebbero essere compromesse nel 2023 (dal 76% all’85%).

Le principali minacce cyber nella prima metà del 2022 hanno riguardato:

  • Business Email Compromise (BEC)
  • Clickjacking
  • Attacchi Fileless
  • Ransomware
  • Furto di credenziali

Secondo Salvatore Marcis, Technical Director di Trend Micro Italia “Per evitare che la superficie indifesa aumenti vertiginosamente, è necessario combinare il monitoraggio delle risorse con il rilevamento e la risposta alle minacce, all’interno di un’unica piattaforma”.

Per un approfondimento, seguire questo link.

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.