Resilienza digitale Punti salienti e strategie della Cyber Sicurezza all’Innovation Day ANIA

Resilienza digitale Punti salienti e strategie della Cyber Sicurezza all’Innovation Day ANIA. Nel corso del panel dedicato alla cyber security nell’ambito dell’Innovation Day ANIA, gli interventi dei diversi relatori hanno riconosciuto con chiarezza l’importanza crescente della cyber sicurezza e della digitalizzazione per la competitività e la sicurezza delle imprese italiane, con un impegno concreto a vari livelli per affrontare le criticità e rispondere ai nuovi bisogni.

Marco Granelli, Presidente di Confartigianato, ha messo in luce come le piccole imprese siano particolarmente vulnerabili agli attacchi informatici, con un aumento del 80% degli attacchi negli ultimi anni. Granelli ha descritto come l’adozione del digitale durante il COVID-19 abbia funzionato da catalizzatore per l’adozione di nuove tecnologie, ma abbia anche esposto le imprese a nuovi rischi.
Confartigianato ha avviato una campagna di sensibilizzazione che include incontri con le forze dell’ordine e convegni per analizzare e discutere i rischi informatici. Sono stati organizzati anche corsi di formazione con partner tecnologici e agenzie specializzate in data protection.
Bruno Frattasi, Direttore Generale dell’Agenzia per la Cyber Sicurezza Nazionale, ha parlato delle iniziative per rafforzare la resilienza cyber dell’ecosistema digitale italiano, non solo per le infrastrutture critiche ma per l’intero sistema produttivo. Ha sottolineato la necessità di un regime di sicurezza rigoroso per proteggere gli asset nazionali essenziali. L’Agenzia sta promuovendo il trasferimento tecnologico dalla ricerca al settore produttivo, collaborando con il Centro Internazionale Europeo di Coordinamento delle Competenze per accedere a fondi europei che sostengono le PMI nella crescita della loro resilienza cyber.
Ivano Gabrielli, Direttore Generale della Polizia Postale e delle Comunicazioni, ha evidenziato come il cybercrime sia diventato una priorità a livello internazionale con stime che parlano di danni per 10.5 trilioni di dollari. Ha discusso del modello organizzativo unico dell’Italia, che permette un intervento rapido e capillare grazie alla presenza diffusa sul territorio di centri operativi di sicurezza cibernetica.
La Polizia Postale sta evolvendo sia organizzativamente sia a livello di competenze, intensificando la formazione continua e sviluppando strumenti investigativi avanzati per migliorare la capacità di risposta agli attacchi cyber.
Giancarlo Fancel, Country Manager Italy e Vicepresidente ANIA ha parlato di come le assicurazioni stiano adottando tecnologie innovative per coprire i rischi cyber e come il settore debba evolvere per affrontare le minacce mutevoli. Fancel ha citato il “cyber index” sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Milano per misurare la consapevolezza e la preparazione delle imprese italiane rispetto ai rischi cyber. Ha anche discusso delle sfide particolari che le piccole imprese affrontano a causa della loro scarsa consapevolezza dei rischi cyber.

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.