L’Assicurazione Italiana 2024 Il Rapporto ANIA sui dati 2023

L’Assicurazione Italiana 2024 Il Rapporto ANIA sui dati 2023. Il Rapporto “L’Assicurazione Italiana 2024” pubblicato da ANIA lo scorso 2 luglio, fornisce un quadro dettagliato e comprensivo dello stato attuale e delle previsioni future del settore assicurativo in Italia. Il documento si apre con una sintesi che evidenzia un rallentamento nella crescita economica globale nel 2023, con il PIL mondiale aumentato del 3,2%, un po’ meno rispetto all’anno precedente. Questo rallentamento ha colpito sia le economie avanzate che quelle emergenti, ma con delle differenze significative.

Negli Stati Uniti, l’economia ha continuato a crescere a un ritmo sostenuto del 2,5%, mentre nell’area dell’euro la crescita è stata molto più modesta, solo lo 0,4%. Dall’altra parte del mondo, la Cina ha mostrato segni di ripresa con una crescita del 5,2%, nonostante le difficoltà nel settore immobiliare. L’India ha registrato una crescita robusta del 7,8%, confermando la sua posizione come una delle economie emergenti più dinamiche.

Per quanto riguarda l’Italia, il 2023 ha visto un notevole rallentamento della crescita economica. Il PIL è aumentato dello 0,9% in termini reali, rispetto al 4,0% dell’anno precedente. Questo rallentamento è stato causato da una diminuzione dei consumi delle famiglie, una crescita modesta degli investimenti e una spesa pubblica in aumento.

Nel settore assicurativo, i premi totali sono aumentati dell’1,1% nel 2023, raggiungendo 136 miliardi di euro. Tuttavia, questa crescita è stata disomogenea tra i diversi rami: i premi del ramo Vita sono diminuiti del 2,2%, mentre quelli del ramo Danni sono aumentati dell’8,7%. I risultati tecnici sono stati positivi per entrambi i rami, con un surplus di 6,0 miliardi nel Vita e 2,5 miliardi nei Danni.

Il bilancio Solvency II ha mostrato che il totale delle passività del settore è stato pari a 909 miliardi di euro, con riserve tecniche Vita che rappresentano la maggior parte di questa cifra. Gli attivi delle imprese nazionali sono cresciuti fino a 1.050 miliardi di euro, con investimenti per un totale di 962 miliardi. Il Solvency ratio, che misura la solidità finanziaria delle imprese assicurative, è aumentato a 2,59 nel 2023.

Guardando al futuro, le previsioni per il 2024 sono positive. Nonostante le incertezze geopolitiche, si prevede un miglioramento delle condizioni economiche e finanziarie, con una crescita prevista del 15% nella raccolta premi totale. Il settore Danni dovrebbe crescere dell’8,5%, mentre il settore Vita potrebbe registrare un incremento del 18%, invertendo la tendenza negativa degli ultimi anni.

Nel dettaglio, le assicurazioni Vita hanno visto una diminuzione dei premi nel 2023, ma con un miglioramento delle riserve tecniche e dei risultati degli investimenti. Le assicurazioni Danni, invece, hanno registrato un aumento dei premi, ma con un peggioramento del combined ratio, indicando un aumento dei costi operativi e dei sinistri.

Il settore dell’assicurazione Auto ha visto un incremento dei premi del 4,3%, una tendenza positiva dopo undici anni di diminuzione, ma il numero dei sinistri è diminuito dell’1,1%, riflettendo una riduzione nella frequenza degli incidenti, probabilmente dovuta all’aumento dei prezzi dei carburanti e all’inflazione.

Il rapporto approfondisce anche temi come la diversificazione degli investimenti assicurativi, l’integrazione della sostenibilità nelle imprese di assicurazione e le riforme fiscali, includendo i dati sull’esposizione del mercato italiano ai rischi di calamità naturali e sulla diffusione delle coperture assicurative contro tali eventi.

Il Report è disponibile a questo link.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.