Raccolta premi e offerta prodotti Danni nel 2023 La Relazione Annuale IVASS

Raccolta premi e offerta prodotti Danni nel 2023 La Relazione Annuale IVASS. Dopo aver esaminato il comparto Vita, riprendiamo alcuni dati dalla Relazione Annuale IVASS 2024 per quanto riguarda i Danni. Nel 2023, le imprese vigilate dall’IVASS hanno raccolto complessivamente 43,5 miliardi di euro in premi nei rami Danni, +8,9% rispetto all’anno precedente. Il portafoglio italiano ha rappresentato la parte prevalente della raccolta con 40,1 miliardi di euro, mentre il portafoglio estero ha contribuito con 3,4 miliardi di euro.

Le Agenzie hanno rappresentato il 76,6% della raccolta, i Broker il 10,2%, gli sportelli bancari e postali il 9%, la vendita diretta il 4,1%. Si riconferma quindi la preponderanza delle Agenzie come canale principale per la distribuzione delle polizze Danni.

La raccolta premi Auto ammonta a 16,2 miliardi di euro, il 42,4% del totale Danni. RCA e natanti ha registrato una crescita del +4,3%, con una raccolta premi di 12,2 miliardi di euro; il CVT ha mostrato un incremento del +12,1%.

Per quanto riguarda le polizze Non Auto, le assicurazioni su immobili rappresentano il 20,2% della raccolta premi, le assicurazioni sulla salute costituiscono il 19,5% e la RC Generale rappresenta il 10,6% della raccolta totale.

Nel comparto Salute, il ramo Malattia ha registrato una crescita del +10,9%, attribuibile al maggior ricorso alle coperture private, soprattutto polizze collettive sottoscritte da imprese in favore dei dipendenti.

Nel Property, il ramo Incendio ed Elementi Naturali ha mostrato un incremento del +7,6%, mentre altri Danni ai beni evidenzia una raccolta premi in crescita del +7,5%.

La raccolta premi nel ramo RC Generale è cresciuta del +7,1%, trainata dalle coperture RC Professionale di tipo Retail e dal settore Corporate.

Il ramo Tutela Legale ha visto una crescita del +5,4%; il ramo Assistenza ha registrato un aumento del +5,2%, grazie allo sviluppo di prodotti che offrono servizi di assistenza privata e al settore viaggi.

I premi diretti del business Danni raccolti all’estero dalle imprese con sede legale in Italia ammontano a 20,4 miliardi di euro, con una crescita del 12,6% rispetto al 2021. Le imprese estere operanti in Italia tramite sedi secondarie in regime di stabilimento hanno raccolto premi del lavoro diretto per 7,1 miliardi di euro, segnando un incremento del 13,8% rispetto al 2022. L’incidenza della raccolta premi realizzata dalle sedi secondarie in Italia sul totale della produzione delle imprese vigilate e delle imprese con sede legale all’estero è in continua crescita, arrivando al 15,7% nel 2023.

Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.