Furti d’auto nel 2023 +5% rispetto all’anno precedente

Furti d’auto nel 2023 +5% rispetto all’anno precedente. LoJack ha analizzato l’andamento dei furti di auto in Italia nel 2023, evidenziando una crescita del 5% rispetto al 2022. La tendenza predominante riguarda i SUV, che ora rappresentano il 53% dei veicoli rubati, rispetto al 33% di quattro anni fa. L’analisi è stata basata sui dati di oltre 550 mila dispositivi installati sui veicoli.

Il fenomeno dei furti si concentra maggiormente in quattro regioni italiane: Campania, Lazio, Puglia e Lombardia, che insieme rappresentano il 90% degli episodi a livello nazionale. Tra le auto più soggette a furto troviamo la FIAT Panda, la FIAT 500, la Citroen C3, la Lancia Ypsilon e la Smart FORTWO. Per i SUV, i più colpiti sono il Toyota RAV4, Toyota C-HR, FIAT 500X, Jeep Renegade e Peugeot 3008. La tecnologia gioca un ruolo chiave nei furti, con tecniche come la clonazione delle chiavi che facilitano i furti rapidi e indisturbati.

Inoltre, la crisi del Mar Rosso e i conseguenti ritardi nella consegna di componenti e pezzi di ricambio potrebbero intensificare il fenomeno dei furti, sia totali che di singoli pezzi.

Foto di Kris da Pixabay

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.