Polizze parametriche e principio indennitario L’Avv Hazan al Seminario IVASS

Polizze parametriche e principio indennitario L’Avv Hazan al Seminario IVASS. L’Avv. Maurizio Hazan, intervenendo al Seminario IVASS dedicato alle polizze parametriche, ha analizzato il principio indennitario, evidenziando come questi prodotti possano sembrare una deviazione dal principio indennitario tradizionale, che richiede una correlazione diretta tra il danno subito e il risarcimento, mentre le polizze parametriche permettono pagamenti basati su eventi misurabili che possono non corrispondere esattamente al danno reale.

Fondamentale curarne la chiarezza, per evitare interpretazioni ambigue che potrebbero portare a contenziosi. Hazan ha infatti ipotizzato la necessità di ridefinire termini assicurativi classici nel contesto delle nuove realtà tecniche e dei rischi emergenti.

Confrontando le polizze parametriche con le polizze tradizionali, ha sottolineato la loro capacità di offrire una risposta assicurativa più rapida e meno burocratica, a fronte dell’utilizzo dei trigger basati su parametri specifici che, una volta verificati, attivano automaticamente il pagamento.

Hazan ha esplorato le sfide legali poste dalle polizze parametriche, come la necessità di garantire che i trigger siano chiari, misurabili e verificabili, inquadrando le polizze parametriche come un’opportunità per modernizzare il settore assicurativo, rendendolo più adeguato alle esigenze di rapidità e efficienza del mondo contemporaneo. La scelta degli oracoli e la loro integrità sono fondamentali per la fiducia nel prodotto assicurativo, poiché qualsiasi mancanza potrebbe minare la credibilità di tutto il sistema.
In merito al miglioramento della customer experience, Hazan ha rimarcato l’importanza di regolamenti adeguati, che possano sostenere l’adozione di queste tecnologie emergenti senza compromettere la protezione dei consumatori, sottolineando la necessità di un dialogo continuo tra legislatori, assicuratori e tecnologi per assicurare che le polizze parametriche si sviluppino in modo da beneficiare tutti gli stakeholder, mantenendo un equilibrio tra innovazione e regolamentazione.

L’intervento dell’Avvocato ha incluso riferimenti a casi giuridici pertinenti che hanno trattato questioni simili a quelle poste dalle polizze parametriche, fornendo un contesto storico e giurisprudenziale di supporto a una migliore comprensione di come tali questioni potrebbero essere affrontate sotto il profilo legale.
Hazan ha chiuso il suo intervento con una riflessione sul futuro delle assicurazioni, incoraggiando il settore a considerare come le polizze parametriche potrebbero servire meglio le esigenze dei consumatori in un mondo che cambia rapidamente. Ha messo in guardia contro la resistenza al cambiamento e ha sostenuto una maggiore apertura verso l’innovazione.

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.