Polizze parametriche non solo come risposta alle calamità Daniela D’Andrea SwissRe Italy

Polizze parametriche non solo come risposta alle calamità. Daniela D’Andrea, CEO SwissRe Italy, è intervenuta al Seminario IVASS sulle polizze parametriche mettendo in luce la varietà di applicazioni di questi prodotti in contesti internazionali, osservando come tali strumenti assicurativi vengano utilizzati in diversi Paesi per gestire rischi associati a eventi climatici, catastrofi naturali e altre condizioni incerte e mettendone in luce la varietà di applicazioni.

Ha poi approfondito il confronto tra le pratiche assicurative nelle diverse giurisdizioni, evidenziando come in alcuni paesi le polizze parametriche siano già una pratica consolidata, mentre in altri stiano ancora emergendo. Questo confronto ha offerto una panoramica sulla varietà di approcci normativi e sulle sfide di implementazione. Importante l’impatto sociale che le polizze parametriche possono avere, soprattutto in aree del mondo vulnerabili a disastri naturali, in quanto possono fornire un rapido rimborso di fondi in seguito a catastrofi, aiutando le comunità a recuperare più velocemente.

La CEO ha discusso i vantaggi delle polizze parametriche, come la rapidità di liquidazione dei sinistri e la riduzione del contenzioso. Tuttavia, ne ha anche evidenziato alcune delle limitazioni, come la difficoltà di calibrare i trigger in modo che corrispondano equamente ai danni subiti dagli assicurati, fornendo esempi specifici di polizze parametriche applicate a rischi agricoli e catastrofi naturali, descrivendo casi di successo e ostacoli incontrati. L’uso di tecnologie avanzate nell’implementazione delle polizze parametriche, come i satelliti per la raccolta dati meteorologici e i sensori IoT per monitorare parametri ambientali specifici, può consentire di attivare i pagamenti in modo più accurato e tempestivo.

D’Andrea ha concluso il suo intervento enfatizzando la necessità di un continuo sviluppo tecnologico e di una maggiore collaborazione internazionale per sfruttare appieno le potenzialità di questi strumenti – non solo quale risposta alle calamità, ma anche come opportunità per anticipare e mitigare i rischi futuri attraverso una pianificazione e preparazione migliore – invitando tutti a esplorare nuove idee e a cooperare oltre i confini nazionali per migliorare la copertura e l’efficacia di queste polizze.

https://www.linkedin.com/in/daniela-d-andrea-85abba14/overlay/photo/

 

Alessandra Schofield

Iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, da oltre vent'anni sono vicina alle realtà associative di primo e di secondo livello degli Agenti d’assicurazione, prestando consulenza professionale nell’ambito della comunicazione. All’attivo ho anche un’esperienza nel mondo consumeristico. Attualmente collaboro con AUA Agenti UnipolSai Associati, dedicandomi a questo grande e coinvolgente progetto con passione ed entusiasmo.